HomeTerritorioLA CORSA DEI BABBI NATALE PORTA 3.500 € AL REPARTO NEONATALE

LA CORSA DEI BABBI NATALE PORTA 3.500 € AL REPARTO NEONATALE

Nel pomeriggio di giovedì 8 febbraio, nella Sala Consiliare del Comune di Novara, è stato consegnato l’assegno di 3.500 euro a favore del reparto neonatale dell’Ospedale Maggiore di Novara, rappresentato dalla dottoressa Maria Rita Gallina, ex direttrice della Terapia Intensiva Neonatale di Novara e dal nuovo direttore della Terapia Intensiva Prenatale, dottor Marco Binotti. Il contributo, frutto della “Corsa dei Babbi Natale” di dicembre organizzata dall’Ente di Promozione Sportiva A.S.I. Novara e dall’A.s.d. Fare Sport in collaborazione con il Comune, sarà utilizzato per acquistare un monitor specifico per la diagnosi accurata e tempestiva delle condizioni dei neonati prematuri.

“Ancora una volta lo sport è stato un veicolo importante per creare manifestazioni utili a realizzare qualcosa di concreto – ha spiegato l’Assessore allo Sport Ivan De Grandis –  In questo caso, la “Corsa dei Babbi Natale” è servita per fare beneficenza a favore del nostro ospedale, beneficenza vera, 3.500 euro arrivano al reparto neonatale e serviranno per fare davvero la differenza. Sarà sicuramente un evento che verrà riproposto per dare sempre un supporto in più alle realtà che ci stanno a cuore”.

Insieme a De Grandis, il Presidente del Comitato Provinciale ASI di Novara, Pompeo Verdicchio, la delegata provinciale CONI, Rosalba Fecchio, la giornalista e autrice Sabrina Marrano e gli sponsor dell’iniziativa con il Presidente del Rotary Club di San Gaudenzio Novara, Stefano Rabozzi, il funzionario di Confartigianato, Renzo Fiammetti, l’Amministratore delegato di PIU Srl Intermediazioni Assicurative, Diego Sacco ed il Gruppo Memc.

I fondi raccolti vanno ad aggiungersi alle donazioni raccolte in questi mesi tramite la vendita del libro “Valentino Diego. Storia vera di un estremo prematuro” scritto dalla mamma Sabrina Marrano, editore di questo giornale, il cui ricavato non solo andrà a supportare l’acquisto del monitor, ma anche a finanziare corsi di aggiornamento specifici per il personale ospedaliero del reparto TIN di Novara.

È ancora possibile contribuire acquistando il libro su SibillaMedia e immergendovi nella lettura appassionata di una grande storia di forza, resilienza, amore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img