HomeFlash News2024, un anno di grandi eventi ed elezioni: 76 i Paesi che...

2024, un anno di grandi eventi ed elezioni: 76 i Paesi che andranno alle urne

2024, un anno di grandi eventi ed elezioni: 76 i Paesi che andranno alle urne

Il 2024 sarà l’anno elettorale più grande della storia con la partecipazione di sette delle dieci nazioni più popolose del mondo e non solo, poiché anche l’Unione Europea terrà le elezioni parlamentari a giugno: questo significa che 4,2 miliardi di abitanti terranno elezioni nazionali e regionali quest’anno.

Tra i Paesi che chiameranno i propri cittadini al voto ci saranno gli Stati Uniti, che si stanno preparando per le elezioni presidenziali e alla Camera di novembre, in quello che sarà un percorso elettorale seguitissimo in tutto il mondo, anche per la concreta possibilità che si ripeta la sfida Biden Vs. Trump, a meno che le vicende giudiziarie del secondo lo rendano effettivamente incandidabile.

La più grande democrazia del mondo, l’India, terrà le elezioni generali a giugno, dove l’attuale primo ministro Narendra Modi tenterà di assicurarsi un terzo mandato e non sarà l’unico Paese del continente asiatico chiamato al voto, infatti anche il Bangladesh ha votato lo scorso 7 gennaio avviando così il quinto mandato per il già primo ministro Sheikh Hasina (non senza polemiche e scontri, che si sono tenuti per le strade di Dacca nei giorni scorsi nel tentativo di boicottare proprio le elezioni) e Taiwan sarà presto alle urne, il 13 gennaio, in un clima di crescente tensione con la Cina che rivendica il territorio, ma i sondaggi vedono in testa il pro-USA Lai Ching-te.

Sempre in Asia sarà il turno dei popolosi Indonesia e Pakistan a febbraio.

Una delle più grandi economie africane e membro fondatore dell’alleanza BRICS, il Sudafrica, terrà le elezioni dopo maggio, con l’African National Congress del presidente Cyril Ramaphosa che spera di continuare la sua ininterrotta presa al potere dalla fine dell’apartheid nel 1994.

Poco dopo, a giugno, in Messico si voterà al termine di una campagna elettorale che vede quasi certa la vittoria della prima leader donna, Claudia Sheinbaum, che al voto affronterà Xóchitl Gálvez, guida di una coalizione di partiti di opposizione.

In Italia il 2024 chiamerà i cittadini di cinque regioni a scegliere il nuovo governatore, ovvero gli abitanti di Abruzzo, Basilicata, Piemonte, Sardegna e Umbria e saranno poi circa 3700 i comuni chiamati a eleggere, probabilmente in primavera, il sindaco alle prossime amministrative nell’anno appena cominciato, tra questi ci sono 27 capoluoghi di provincia e sei anche di regione: Bari, Cagliari, Campobasso, Firenze, Perugia e Potenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img