HomeStorie di imprenditoriIl Bubble Tea si quota in borsa: il successo dei fratelli cinesi...

Il Bubble Tea si quota in borsa: il successo dei fratelli cinesi Zhang costruito in 25 anni, dal ghiaccio tritato alla bevanda più cool del momento

Tutto iniziò con del ghiaccio tritato, quello che a 21 anni Zhang Hongchao iniziò a vendere insieme a dei dolcetti su una bancarella aperta a Zhengzhou grazie a un piccolo prestito che chiese alla nonna; 25 anni dopo, lui e il fratello minore Hongfu sono diventati miliardari vendendo gelati, bevande al caffè, limonata e il famosissimo bubble tea.

La storia dei fratelli Zhang è un bellissimo esempio di caparbietà e dedizione, quelle che rendono vincenti le storie imprenditoriali: il loro primo negozio, Coldsnap Shaved Ice, infatti, non fu un successo ma questo non li fermò e due anni dopo ci riprovarono, con un nuovo stand chiamato Mixue Bingcheng, che significa “dolce palazzo di neve” e da lì l’inizio della crescita esponenziale, vendendo prima gelati e poi bubble tea, caffè e limonata con una politica di prezzi davvero concorrenziali.

L’idea venne a Hongchao quando, mentre stava lavorando a un chiosco di bevande nell’estate del 1997, ideò una macchina per il ghiaccio fatta a mano con cui confezionare e vendere dolcetti di ghiaccio tritato, all’epoca molto popolari nella città vicina Shangqiu, ma che ancora non aveva raggiunto la sua Zhengzhou; con l’arrivo dell’inverno però, il successo di questi dolci calò considerevolmente, arrivando poi a dover chiudere l’attività.

Non bastò però questo per fermare il suo sogno imprenditoriale, riaprendo così l’attività nel 1999 con nuovi prodotti come bevande zuccherate e successivamente gelati soft. Il fratello minore Hongfu entra poi nel business nel 2007 per standardizzare le operazioni e la gestione, ricoprendo ora il ruolo di CEO di Mixue (di cui Hongchao è invece Presidente).

Hongchao ha imparato rapidamente alcune dure lezioni di business quando ha lottato per vendere dolcetti di ghiaccio tritato durante l’inverno, costringendolo, sempre secondo i media cinesi, a vendere mandarini per avere un reddito extra. Ha dovuto chiudere l’attività, ma ha riprovato nel 1999 con nuovi prodotti come bevande zuccherate e successivamente gelati soft.

Ora il brand Mixue Bingcheng conta circa 32mila negozi quasi tutti in franchising in Cina e altri 4.000 in altri 11 paesi prevalentemente asiatici ed è il più grande produttore cinese di bubble tea, oltre uno dei maggiori operatori in franchising al mondo ed è sul punto ormai di quotarsi in borsa e il piccolo prestito iniziale della nonna (che secondo i resoconti dei media cinesi locali era di circa 422 dollari) è diventato ora un patrimonio miliardario per i fratelli Zhang, stimato ora intorno a 1,2 miliardi di dollari ciascuno.

Da sempre al passo con i tempi, anzi, lungimiranti anticipatori, i fratelli Zhang negli ultimi anni hanno introdotto anche una mascotte e hanno iniziato a trasmettere video musicali e audio che lo raffiguravano nei negozi: la sigla di Mixue, I Love You, You Love Me, Mixue Ice Cream & Tea, con protagonista la mascotte Snow King, ha raccolto più di 24 milioni di visualizzazioni su Bilibili del miliardario Rui Chen, l’equivalente cinese di YouTube, ma non finisce qui, infatti Snow King è apparso anche in una serie tv animata e ha svolto un ruolo chiave nei festival Ice Cream Music dell’azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img