HomeEventiGrande Successo a Novara per l’inaugurazione di AmbaradAut- Una Casa per l’Autismo

Grande Successo a Novara per l’inaugurazione di AmbaradAut- Una Casa per l’Autismo

(Vignale) Novara- Tantissime persone, istituzioni, aziende e Fondazioni, hanno partecipato giovedì11 aprile all’apertura ufficiale di un luogo pensato per migliorare la qualità di Vita dei ragazzi con lo spettro autistico, ma anche delle loro famiglie; questo luogo è AmbaradAut, una casa che dà  inizio ad un grande cambiamento culturale e sociale.

Infatti la nuova struttura risponde alla necessità di far acquisire sempre maggiori competenze e autonomia ai ragazzi autistici che si stanno avvicinando all’età  adulta, anche per coloro con un elevato bisogno di supporto. 

La CASA è uno spazio dedicato oltre che ai ragazzi, anche alle famiglie, dove potersi incontrare, socializzare, organizzare momenti di festeggiamento in occasione di compleanni e altre ricorrenze e tanto altro, con l’obiettivo che questo luogo sia davvero occasione, oltre che di crescita, anche di socialità e convivialità.

Inoltre, durante questo percorso di crescita e sviluppo, grazie al centro diurno semiresidenziale Il Veliero ed al Cad “Atypicad” le famiglie possono continuare a stare vicino ai propri ragazzi, con giovamento per tutti, mentre quest’ultimi seguiranno un progetto che li coinvolge positivamente nell’acquisizione di nuove abilità prelavorative, nello sviluppo della propria Autonomia e anche con attenzione verso la Comunità . 

Infatti, saranno attivati dei servizi di prossimità a cura dei ragazzi a favore dei residenti, come ad esempio la portineria sociale. Ciò dunque rappresenta un cambio di prospettiva epocale: il ragazzo autistico non è più solo un individuo di cui farsi carico, ma una vera e propria risorsa per il territorio. 

L’inaugurazione di AmbaradAut ha visto il numeroso pubblico riunito in giardino, dove la moderatrice Sabrina Marrano – Ufficio Stampa di Angsa Novara Vercelli e Associazione per l’Autismo Enrico Micheli – ha dapprima lanciato il video di saluto che il Ministro Locatelli ha inviato al sodalizio. 

La parola è stata poi data all’Assessore Regionale all’Innovazione e Ambiente, Matteo Marnati che ha evidenziato “Un mondo bello e meraviglioso e sappiamo che questa rappresentazione della nostra realtà è importante per capire che ci siamo e siamo a disposizione, il lavoro quindi non finisce oggi, anzi si intensifica e per questo c’è bisogno di remare tutti dalla stessa parte” ed è proprio questo il senso del progetto: aver creato un filo di relazione tra aziende, enti e fondazioni per portare avanti un sogno, che come ha affermato la Presidente di Angsa Novara-Vercelli Priscila Beyersdorf Pasino “Un sogno che si è realizzato e una casa di tutta la città, perché insieme stiamo trasformando il Mondo in un luogo migliore”.

È poi intervenuto il Sindaco Alessandro Canelli che ha ricordato “È il quarto centro di Angsa, la fondazione direi migliore d’Italia che ha costruito un modello di eccellenza” e ha subito dopo citato le due Fondazioni: Fondazione Cariplo e Fondazione Comunità Novarese e quanto sono importanti per il territorio, così come le aziende e le imprese”. Hanno poi tenuto il loro intervento il Dott. Angelo Penna, Direttore Generale dell’Asl Novara e Daniele Giaime del Centro Servizi Volontariato. 

Sono poi intervenuti in rappresentanza delle fondazioni e aziende Main Supporter: Davide Maggi Referente del Settore Edilizia Sociale di Fondazione Cariplo, impegnata da sempre nel sostegno e promozione di progetti di utilità sociale, Chiara Boroli Presidente della Fondazione Deagostini, un compagno di viaggio di Angsa da tantissimi anni, Paolo Ferrari Amministratore Delegato di Comoli Ferrari e Anastasia Ferrari Presidente della Fondazione Comoli Ferrari “ieri, oggi e domani al fianco di Angsa come famiglia e come azienda” e infine hanno espresso l’importanza di aiutare il prossimo e mettersi al servizio della conviviali , il Presidente di Rotary Club Novara e Rotaract Club Novara, Edoardo Tuccillo affiancato da Barbara Ranzoni Bossetti. 

Francesca De Bernardi, Presidente dell’Associazione per l’Autismo Enrico Micheli ha raccontato: “Tutto è iniziato nel 2000 per volontà di un piccolo gruppo di genitori che iniziavano a cercare delle risposte per i loro figli, sono stati quindi pionieri in questa città per cercare di costruire una realtà, che è poi l’Associazione per l’autismo, insieme ad un gruppo di operatori guidati dalla Dottoressa Chiara Pezzana”, anche lei ha lasciato una dichiarazione “Ci piace che le nostre porte siano aperte, che i ragazzi possano uscire in mezzo alla comunità ma adesso ci piacerà accogliere qui nella nostra casa il quartiere; prima avevamo ali, adesso abbiamo radici”.  AmbaradAut è infatti un progetto che darà ai ragazzi delle nuove competenze e abilità , anche con attenzione verso la comunità .

La Presidente di Angsa Novara-Vercelli, Priscila Beyersdorf Pasino ha ringraziato uno per uno tutte le realtà  che hanno contribuito con le loro donazioni: Anffas la più grande Associazione Italiana di famiglie e persone con disabilità intellettive e disturbo del neurosviluppo, Banca Popolare di Novara, Esseco, Autovictor, Igor, Probiotical, Azzimonti, Lions Host, Acqua Novara VCO, Weinerberger, Mondiconnessi, 8 Per Mille Chiesa Valdese, Stella, Cardani Novara e coloro che si sono occupati del progetto: i geometri Roberto Milani, Matteo Pagani e l’impresa Frola Group Costruzioni. 

Ha infine dato una spiegazione di AmbaradAut, nome scelto per la Casa “Perché i ragazzi possano imparare, giocando, suonando e perché ci piaceva l’idea della gioia e dell’unione, perché davvero senza queste aziende, che negli anni sono diventate amiche, nulla di questo sarebbe stato possibile”.

L’evento si è concluso con il taglio del nastro che ha dato inizio a questo percorso e con un aperitivo preparato dai ragazzi dell’Orto in Cucina sulle note della musica dal vivo della band Tamburi uniti, formata da ragazzi autistici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img