HomeFlash NewsBuona Festa del Papà! Alla scoperta delle origini e delle tradizioni per...

Buona Festa del Papà! Alla scoperta delle origini e delle tradizioni per celebrare tutti i papà del mondo

Il 19 marzo, in Italia, si festeggia la festa del Papà, una ricorrenza che tutti gli anni celebra i supereroi personali di ogni bambino e bambina.

Non tutti sanno che, però, nonostante la festa del papà venga celebrata in quasi tutto il mondo, ogni Paese la declina in base alla sua storia e alle sue tradizioni e per questo non esiste un’unica data condivisa in cui viene festeggiata.

Quando si festeggia in Italia e le sue origini

In Italia la data di celebrazione cade il 19 di marzo perché, secondo la credenza, è il giorno in cui morì San Giuseppe, padre putativo di Gesù.

Il culto di San Giuseppe era già praticato nell’Alto Medioevo, ma nel Trecento si cominciò a osservare la sua festa il 19 marzo, anche in Occidente: fu infatti papa Sisto IV a inserire la festività nel calendario romano, nel 1479. 

È nel 1871 che, considerando la figura di San Giuseppe un modello positivo, incarnante la 

figura di papà buono, esempio di vigilanza e provvidenza, la Chiesa Cattolica lo proclamò protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa Universale ed è per questo che nei Paesi di fede cattolica, la festa del papà si tiene a marzo.

Fino al 1977, il 19 marzo era considerato addirittura un giorno festivo, mentre oggi, in Italia, è un giorno feriale.

La festa del papà all’estero

In altri Paesi come, ad esempio, la Francia, l’Irlanda, la Grecia e il Regno Unito, la Festa del Papà si celebra la terza domenica di giugno. Anche molti paesi del nord Europa, sudamericani e asiatici seguono questa tradizione.

Questa usanza è stata importata dagli Stati Uniti, dove l’idea della Festa del Papà nasce da Sonora Smart Dodd, figlia di un veterano di guerra civile, William Jackson Smart, vuole ringraziare e onorare in qualche modo quell’uomo per lei così importante che la allevò con immenso amore dopo che la madre morì di parto mentre dava alla luce il suo sesto figlio.

Il 19 giugno 1910, la Festa del Papà fu festeggiata per la prima volta nello stato di Washington e la sua popolarità aumentò sempre più negli Stati Uniti negli anni successivi, fino al 1972, dove fu proclamata ufficialmente a livello federale.

Dolci pensieri per il papà

Ci sono alcuni cibi tradizionalmente legati a questa ricorrenza; tra questi le famose zeppole di San Giuseppe, frittelle napoletane farcite con crema e marmellata di amarene.

Secondo le leggende che si tramandano, stando alla tradizione dell’epoca romana, dopo la fuga in Egitto con Maria e Gesù, San Giuseppe dovette vendere frittelle per poter mantenere la famiglia in terra straniera.

A Roma, si preparano invece i Bignè di San Giuseppe, mentre in Toscana e in Umbria il 19 marzo si preparano frittelle di riso cotto nel latte e aromatizzato con spezie e liquore.

La raviola, dolce di pasta frolla ripieno di marmellata o crema, è tipico dell’Emilia Romagna, mentre in Sicilia ci sono diverse specialità, dalle zeppole di riso alle sfince di San Giuseppe.

E se ad accompagnare queste prelibatezza ci sono anche un tenero biglietto d’auguri e un piccolo pensierino o del tempo di qualità insieme, si crea l’atmosfera perfetta per festeggiare il proprio papà con amore e tanta dolcezza!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img