HomeEventiLa storia di Valentino Diego dona un macchinario al Reparto di Terapia...

La storia di Valentino Diego dona un macchinario al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica di Novara: il 18 giugno la consegna ufficiale all’Ospedale Maggiore

Grazie alla storia del piccolo guerriero Valentino Diego Sarchiello acquistato un prezioso macchinario per il Reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica di Novara. Il 18 giugno alle 11 la cerimonia di donazione ufficiale in Ospedale. 

La storia di Valentino Diego Sarchiello, nato estremo prematuro al sesto mese di gravidanza con il peso di 680 grammi ha smosso i cuori di moltissimi e grazie ai primi proventi del libro dedicato “Valentino Diego – Storia vera di un estremo prematuro” della giornalista e mamma Sabrina Marrano e alla gara podistica solidale organizzata dall’Assessorato allo Sport del Comune di Novara, è stato acquistato un innovativo macchinario per la Sala parto, che consente di conoscere tempestivamente le esatte condizioni dei neonati e dunque di agire tempestivamente. 

Il prossimo 18 giugno alle ore 11 si terrà la cerimonia di consegna ufficiale in Reparto con la famiglia Sarchiello – Marrano alla presenza della Dirigenza dell’Ospedale e del Reparto e del Comune. 

Scritto dalla sua mamma, la giornalista ed editore Sabrina Marrano, il libro “Valentino Diego: Storia vera di un estremo prematuro”  racconta i momenti che hanno anticipato la nascita a sole 24 settimane di Valentino Diego, così come la lunga degenza di 6 mesi nei Reparti di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara e dell’Ospedale Sant’Anna di Torino, fino di avere così un insostituibile sguardo diretto, reale, profondo sul percorso di nascita e cura di un bambino nato estremo prematuro, ma anche una coinvolgente testimonianza del lavoro in un reparto di T.I.N.

Un libro che parla della sorprendente forza della vita, dell’amore incommensurabile di una madre per il suo bambino, della forza e della resilienza di un padre e di una famiglia che nel buio della paura, su l’anticamera della perdita, ha ritrovato la luce della speranza.

Un’occasione unica per conoscere e approfondire, grazie all’esperienza vissuta dalla famiglia di Valentino Diego, il tema della prematurità, ma anche sorridere ed emozionarsi davanti all’infinito amore che sprigiona da ogni singola pagina del racconto.

“La storia di Valentino va poi riletta con calma, apprezzandone tutte le sfumature; consente ai lettori di entrare in un mondo, quello della Terapia Intensiva Neonatale (TIN), sconosciuto ai più, fatto di tanta sofferenza, preoccupazioni e stress ma anche di momenti di forte emozione, gioia e soddisfazione in un’altalena di sentimenti che paragoniamo alle montagne russe”, si legge nella prefazione del libro a cura della Dott.ssa Maria Rita Gallina, Direttore S.C.D.O. durante i 6 mesi di ricovero del bambino in reparto e oggi meritatamente in pensione. 

Un libro scritto quasi come un diario di bordo, pensato per celebrare l’incredibile, instancabile lavoro dei dottori e delle infermiere di questi reparti, ma anche la loro straordinaria umanità, gentilezza, vicinanza.

Al contempo, però, quello proposto è un racconto intimo e personale che l’autrice dona a chi vuole conoscere e sapere di più sul tema della prematurità, ma anche per quelle famiglie che si trovano ad affrontare il dolore, l’incertezza e la paura che dominano i primi mesi dopo la nascita di un bambino prima del termine.

Si legge nella pagina di dedica dell’autrice:

“A Valentino, che un giorno leggerà
a propria storia scritta dalla sua mamma.
A tutti i genitori guerrieri gentili.
A tutti coloro che lanciano il cuore
oltre l’ostacolo”.

Tutto il ricavato della vendita del libro sostiene il Reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara, e, anche se il primo obiettivo dunque è stato raggiunto, la campagna di raccolta fondi per il Reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica di Novara resta attiva e prosegue, sempre a favore dei piccoli guerrieri e delle loro famiglie, con un nuovo obiettivo, di cui racconterà Sabrina Marrano e il primario del Reparto, Dott. Marco Binotti, in occasione della cerimonia ufficiale di donazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img