HomeEventiIn tantissimi alla GlobalWafers - Memc Electronic Materials S.p.A. per l’appuntamento dedicato...

In tantissimi alla GlobalWafers – Memc Electronic Materials S.p.A. per l’appuntamento dedicato all’orientamento al lavoro e alla figura strategica dell’orientatore, con la career advisor Costanza Gallina

Il focus su orientamento al lavoro per giovani, donne e senior e sul ruolo strategico degli “orientatori” ha colto nel segno ed ha fatto registrare un notevole numero di adesioni, tra industriali, professionisti e rappresentanti delle istituzioni del territorio, all’appuntamento che si è svolto giovedì 13 luglio alla GlobalWafers – Memc Electronic Materials S.p.A.


Ad organizzare la conferenza stampa dal titolo “Focus su Orientamento al lavoro e sulla figura strategica dell’Orientatore al lavoro” e la presentazione del libro dedicato “Realizza chi sei – Un percorso di self-empowerment” è stata Sabrina Marrano, ufficio stampa dell’head quarter italiano del gruppo ed editore della pubblicazione, con il duplice obiettivo da una parte di presentare ufficialmente il nuovo libro dell’autrice, la dottoressa Costanza Gallina, Career advisor, orientatrice accreditata ASNOR – Associazione Nazionale Orientatori all’interno di un contesto industriale in forte espansione: la GlobalWafers – Memc Electronic Materials S.p.A. – e dall’altra di affrontare il tema “caldo” della ricerca del personale: esigenza comune a numerose industrie novaresi.


In apertura dell’incontro nella grande sede di GlobalWafers – Memc Electronic Materials S.p.A., in viale Gherzi, ha portato i propri saluti il sindaco di Novara Alessandro Canelli a proposito delle prospettive e le potenzialità di sviluppo occupazionale novarese.


A fare gli onori di casa e dare il benvenuto agli ospiti, il Presidente di GlobalWafers – Memc Electronic Materials S.p.A. Marco Sciamanna che ha parlato del senso di appartenenza dell’azienda alla comunità locale, della volontà di partecipazione, dialogo e sostegno con quest’ultima mediante una serie di attività di tipo sociale, nel contesto di un grande gruppo multinazionale in forte espansione all’interno del mercato strategico dei semiconduttori.
«Siamo stimolati a fare sempre meglio nel nostro lavoro, consapevoli dell’importante impatto che la microelettronica produce sulla società e nella vita delle persone – ha evidenziato Sciamanna – È con questo spirito e nell’ottica del continuo soddisfacimento delle nuove esigenze del mercato che stiamo effettuando importanti investimenti nel nostro polo produttivo novarese, con la realizzazione di un nuovo innovativo stabilimento di 10.000 metri quadri che accoglierà una linea inedita da 300mm e che garantirà inizialmente lavoro a 100 nuovi addetti sul territorio, entro il 2024 aprendo inoltre ulteriori opportunità di crescita future».


Ad entrare nel dettaglio dell’importante piano di assunzioni di GlobalWafers – Memc è stato Edgardo Pistoia – HR, Responsabile Risorse Umane e comunicazione dell’azienda, che ha presentato l’evoluzione avvenuta nel settore della ricerca del personale, con i cambiamenti nell’approccio al candidato e nella selezione e con tutta una serie di attività avviate per il benessere in azienda dei propri dipendenti: dai workshop con il nutrizionista, alle biciclettate e le partite di calcetto, fino al servizio messo a disposizione di frutta e verdura fresca a chilometro zero. «L’obiettivo è aumentare il senso di appartenenza all’azienda: una grande famiglia – ha sottolineato Pistoia – con l’ulteriore e contemporaneo vantaggio di una politica meritocratica, tipica delle multinazionali». La GlobalWafers – Memc mira così ad essere sempre di più riconosciuta come luogo di lavoro in cui stare bene e in cui crescere.


«In questo modo – ha proseguito Pistoia – ci ha finora interessato solo marginalmente il preoccupante fenomeno noto in campo internazionale come Great Resignation, “grandi dimissioni”».


Il tema della percentuale sempre maggiore di lavoratori che scelgono di presentare le dimissioni volontarie dal proprio posto di lavoro (nei primi nove mesi del 2022, sono state registrate oltre 1,6 milioni di dimissioni, il che rappresenta un aumento del 22% rispetto allo stesso periodo del 2021) è stato poi ulteriormente sviluppato da Costanza Gallina, Career advisor, orientatrice accreditata ASNOR – Associazione Nazionale Orientatori – e autrice del libro “Realizza chi sei – Un percorso di self-empowerment” (edizione Sibillamedia), dedicato al mondo dell’orientamento lavorativo e alla presentazione della figura, divenuta strategica, dell’orientatore, utile anche per contrastare e prevenire l’ulteriore diffusione del fenomeno Great Resignation.


Infatti, al fianco dei lavoratori, delle istituzioni e delle aziende – è stato spiegato – l’orientatore accompagna le persone verso la piena realizzazione di sé e utilizzando tecniche e pratiche inerenti alla crescita personale e alla psicologia positiva, li aiuta a comprendere verso che tipologia di lavoro orientarsi. È grazie a questa acquisita consapevolezza che le persone trovano il posto di lavoro più adatto alle proprie inclinazioni ed esigenze, così da assicurarne la soddisfazione, da parte della “risorsa umana” ma anche da parte dell’azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Must Read

spot_img